giovedì 18 dicembre 2014

Gite hard


COMUNICATO STAMPA

Sette ragazze adolescenti incinte dopo una gita scolastica. I professori si schierano contro le gite scolastiche

Un'escursione fatidica di una classe di una scuola bosniaca fa oggi notizia. Sette ragazze hanno riferito di essere rimaste incinte durante il viaggio d'istruzione. La gita scolastica di cinque giorni riguarda una classe di una scuola della Bosnia è ovviamente qualcosa è andato fuori controllo. Le sette ragazze hanno un'età comprensiva tra i 13 e i 14 anni. "E 'ovvio che ci sono omissioni da parte dei genitori, ma anche delle istituzioni scolastiche". Il problema sembra interessare l'intero paese. E' preoccupante sia il numero di ragazze sessualmente attive di età compresa tra i 13 ed i 15 anni di età, che il numero di donne minorenni in gravidanza. Ora nel paese si discute per la mancanza di istruzione e di educazione sessuale.Per Giovanni D'Agata presidente dello “Sportello dei Diritti” accompagnare gli studenti nei viaggi d'istruzione è diverso rispetto a dover fare lezione in classe. Bisogna controllare che non succeda nulla ed assicurarsi che tutti i ragazzi siano al sicuro. Ma non sempre ci si riesce. Molto spesso, infatti, durante tali occasioni gli adolescenti vivono il loro primo impatto con il sesso, presi dalla loro voglia sfrenata di libertà. La lontananza dei genitori, che li attendono trepidanti a casa, la complicità con i compagni di classe, non sono altro che ingredienti utili a far sì che la gita scolastica si riveli un’ opportunità concreta per vivere la fatidica prima volta. Per questo diversi insegnanti ritengono che non ne valga la pena: troppi rischi e troppe implicazioni penali e civili. Così negli ultimi 10 anni il numero degli insegnanti disponibili ad accompagnare gli studenti in gita si è dimezzato.

Lecce, 18 dicembre 2014                                                                                                                                                                                            

Giovanni D’AGATA

 

_______________________________________________________________________________________________                                                              73100 Lecce via G. D’Annunzio n° 37 - Tel. 320/8496515 - e mail: dagatagiovanni@virgilio.it - www.sportellodeidiritti.org ® - c.f. 93106630754

Nessun commento:

Posta un commento