giovedì 9 luglio 2015

Buoni pasto, regalo di Renzi a banche e aziende

Buoni pasto, regalo di Renzi a banche e aziende Cosa cambia per i buoni pasto dopo la legge di Stabilità ? L’aumento del valore esentasse dell’e-ticket (la card che va letta dai dispositivi pos abilitati, come fosse una carta di credito o il Bancomat) che passa così da 5,29 euro a 7 euro, riguardante ben 2.3 milioni di lavoratori, statali compresi. I buoni pasto sono nati con lo scopo di fornire un pasto a quei lavoratori che non avevano la mensa sul posto di lavoro, oppure per coloro il cui contratto non comprendeva il servizio mensa. VANTAGGI. – per il lavoratore pochi centesimi in più come vantaggio fiscale e la praticità di non avere il cartaceo ma una card. -per il datore di lavoro serve meno personale per la gestione dei ticket e la possibilità di fare a meno della mensa, ma in più ” deducono i costi del servizio come costi inerenti alla gestione del suo personale e risparmiano sugli oneri previdenziali, dal momento che i ticket sono esclusi dal reddito imponibile ( Il Fatto quotidiano). – per il negoziante ci vogliono casse abilitate agli e-ticket e costi notevoli per poterli accettare ed è per questo che : ” l’accettazione dei buoni elettronici è davvero molto bassa. Ad esempio, pensando ai Ticket restaurant (tra i più diffusi), la card è accettata da appena 4.000 esercizi commerciali contro i 150.000 esercizi che accettano i buoni cartacei (meno del 3% degli esercizi convenzionati)”. La scarsa diffusione è dovuta alla frammentazione del mercato per cui non esistendo un “pos” ( lettore) unico, ogni azienda fa accordi con chi ritiene opportuno e questi hanno convenzioni diverse. I costi la fanno da padrone con commissioni che arrivano al 15%. Altro problema è la scadenza e deve essere comunque data possibilità al lavoratore di sapere quanto ha speso e quanto ha ancora in credito, fermo restando che se la spesa supera i 7 euro si dovranno naturalmente aggiungere soldi, ma se è inferiore non ci possono essere rimborsi. Ci sono esempi di aziende che si sono organizzate, per es.”Pellegrini è l’unica azienda emettitrice che ti offre l’opportunità di accettare i suoi buoni elettronici senza i costi aggiuntivi per l’installazione di un nuovo POS”, altri ancora no. E’ un business a 3,4 milioni in mano a poche aziende in mano a stranieri e comunque esisteranno ancora i buoni cartacei da 5,29 euro per le aziende che non vogliono/non possono o non hanno una struttura per gli e-ticket. Aggiungiamo poi che finora i buoni erano spendibili in vari modi, ora non è più possibile ed oltretutto all’interno dell’orario di lavoro e per alimentari, e alla presenza del titolare della card. Come al solito Renzi favorisce aziende importanti, banche e gruppi stranieri. Giuseppe Criseo Varese Press

2 commenti:

  1. Piccola offerta di finanziamenti (mutua assistenza alla famiglia)
    < claudio.trani27@gmail.com >
    Io chiamo CLAUDIO TRANI, io sono un uomo in Cristo con i bambini e un
    donna di nazionalità spagnola e dalle mie azioni, voglio grazia a
    Mio Dio mi ha dato aiuto famiglie in ogni gesto di un credito di € 2000
    250.000 in una percentuale del 2%. Vi prego di contattarmi se siete
    preoccupazione di mio email principale ed esclusiva: claudio.trani27@gmail.com per la vostra richiesta, per favore!

    RispondiElimina
  2. Piccola offerta di finanziamenti (mutua assistenza alla famiglia)
    < claudio.trani27@gmail.com >
    Io chiamo CLAUDIO TRANI, io sono un uomo in Cristo con i bambini e un
    donna di nazionalità spagnola e dalle mie azioni, voglio grazia a
    Mio Dio mi ha dato aiuto famiglie in ogni gesto di un credito di € 2000
    250.000 in una percentuale del 2%. Vi prego di contattarmi se siete
    preoccupazione di mio email principale ed esclusiva: claudio.trani27@gmail.com per la vostra richiesta, per favore!

    RispondiElimina